Spheramed

Bisturi virtuale e aghi di calore antirughe per viso e collo


Bisturi virtuale e aghi di calore antirughe per viso e collo
Intervista di Ansa.it al Dott. Madonna Terracina

Via le rughe senza bisturi né iniezioni di botox. Il lifting ora si fa in ambulatorio, senza incidere la pelle né iniettare tossine velenose.
È la radiofrequenza una delle tendenze più innovative per contrastare la perdita di tono della pelle e la comparsa delle rughe sul viso, secondo Egidio Riggio, specialista in chirurgia plastica, ricostruttiva, estetica e microchirurgia all’Istituto Nazionale Tumori di Milano.

“Particolarmente indicata per persone di età compresa tra i 35 e i 60 anni, con un rilassamento cutaneo lieve o moderato, la tecnica è innovativa perché ha meno effetti collaterali dell’elettrobisturi e garantisce molti vantaggi di efficienza, soprattutto nella coagulazione e nel taglio”. Sottolinea lo specialista: “L’intervento non è invasivo e può essere effettuato in ambulatorio. Sono diverse le parti del viso che possono essere interessate, ma le più  richieste sono le pieghe naso-labiali, frontali, quelle perioculari, le zampe di gallina, il sottomento rilassato e le pieghe del collo. L’intervento può essere effettuato su tutti i fototipi di pelle ed anche nei periodi estivi, in quanto il sole non rappresenta una controindicazione”.

Ribatte Francesco MadonnaTerracina chirurgo plastico e docente di laser terapia alla scuola di medicina estetica della Fondazione Fatebenefratelli a Roma “L’ultima evoluzione della metodica di radiofrequenza a scopo estetico è la radiofrequenza frazionata con la quale non si incide né si scotta la pelle. La tecnica infatti si basa sull’impiego di colonnine termiche, composte da minuscoli aghi di calore, che si poggiano sulla pelle per effettuare uno mini shock termico limitato in minuscole aree vicine cosi’ da non provocare ustioni ma stimolare la pelle a rinnovarsi in modo endogeno e produrre nuovo collagene. In questo modo la comparsa di calore e rossore, dopo il trattamento, è limitata a qualche ora e il frazionamento del calore in aree separate garantisce un’azione diffusa in aree come il viso e il collo”.

La metodica è consigliata dai medici estetici come trattamento antietà da farsi anche durante la bella stagione, mentre sono sconsigliati tutti i tipi di laser, perché foto-sensibilizzanti.