Spheramed

Sudare fa bene, non troppo però!


Si chiama Iperidrosi, l’eccessiva secrezione di sudore da parte delle ghiandole sudoripare che si trovano localizzate,in numero di qualche milione, soprattutto a livello del capo, dei cavi ascellari e delle regioni palmari e plantari.Ne esistono 3 tipi ma quella più diffusa, colpisce circa l’1% della popolazione, è l’ Iperidrosi primaria idiopatica o essenziale che può essere scatenata o aggravata da stress emotivi o emozionali indipendentemente dalla variabilità climatica.Tale alterazione assume una grande rilevanza sociale con un importante impatto psicologico sull’individuo affetto che prova imbarazzo e disagio nella sua quotidiana vita di relazione. La soluzione alla sudorazione eccessiva ce la fornisce la tossina botulinica che va a sospendere la trasmissione nervosa attivatrice della secrezione ghiandolare.Il trattamento ovviamente non è permanente e l‘effetto “asciutto” ha una durata di circa 6-8 mesi variabile a seconda della zona trattata e da individuo ad individuo. La procedura è molto semplice e veloce, si effettuano punture con aghi sottilissimi nell’area interessata dopo aver effettuato un’anestesia locale e gli effetti cominciano a comparire dopo qualche giorno dall’esecuzione del trattamento. Alcuni studi rivelano una riduzione fino all’83% della sudorazione già dopo 5-6 giorni. Il paziente potrà avvertire una modesta dolenzia durante il trattamento dovuto essenzialmente alla sensibilità delle zone colpite da tale disturbo.Non sono descritte in letteratura complicanze se non possibili modesti lividi nel sito di inoculo ed un lieve gonfiore dovuto al passaggio dell’ago nella cute.Il costo della procedura, da effettuarsi da mani esperte, è di qualche centinaia di euro.