Spheramed

Sudorazione eccessiva: come combatterla?


L’iperidrosi o sudorazione eccessiva è un fenomeno che colpisce alcune persone e si manifesta anche accompagnata da odore sgradevole, creando spesso disagi, fastidi ed imbarazzo e potendo arrivare a rappresentare un vero e proprio ostacolo alle relazioni sociali.Se la sudorazione infatti è una funzione normale del nostro corpo, esistono delle persone in cui la sudorazione si manifesta in casi in cui non è giustificata da una temperatura eccessiva o dallo svolgimento di attività fisica.Questa può presentarsi in maniera generalizzata, oppure localizzata, interessando principalmente alcune zone del corpo, che sono soprattutto le ascelle, le mani, i piedi o il viso

Quali sono le cause della sudorazione eccessiva?

Le cause dell’iperidrosi possono essere diverse, di natura tanto fisica quanto psicologica.Nel caso di sudorazione eccessiva localizzata, spesso le cause sono psicologiche quali fattori di stress o ansia. L’ansia infatti funge da innesco al processo di sudorazione, al quale poi subentra l’imbarazzo per la situazione di sudorazione stessa, che a sua volta alimenta l’ansia continuando ad alimentare l’intero fenomeno.Nei casi di sudorazione eccessiva generalizzata spesso le cause sono legate a problemi o patologie fisiche. In primo luogo troviamo l’obesità, ma anche l’ipertiroidismo e la glicemia, tuttavia può essere causa di iperidrosi anche un’alterazione del sistema nervoso o patologie del midollo spinale, infine reazioni del nostro organismo all’assunzione di determinati farmaci.

Combattere la sudorazione eccessiva con il botulino

L’iperidrosi può essere combattuta con piccole infiltrazioni di tossina botulinica nelle zone interessate come ascelle, palmi delle mani o dei piedi. La Tossina Botulinica infatti funziona inibendo le ghiandole sudoripere dal rilasciare acetilcolina. L’efficacia di questo trattamento è del 95% e la sua durata varia in base dal paziente e dalle zone trattabili. Solitamente l’effetto può durare fino a 10 mesi per le ascelle e tra i 5 ed i sei mesi per i palmi delle mani e dei piedi.